Un banale raffreddore estivo, e tutte le certezze acquisite sembrano andare in fumo

UN BANALE RAFFREDDORE ESTIVO
Share

Un banale raffreddore estivo

Un banale raffreddore estivo può essere l’anticamera di fastidi ben più noiosi per chi, già di suo, soffre di patologie non proprio indifferenti, come potrebbero essere Ménière e Acufeni, giusto per rimanere in tema con questo blog.

Naturalmente il “disastro” era stato ampiamente annunciato (se l’era appena beccato mia moglie, fortissimo), e quindi non restava che sperare che passasse a me in forma leggera, o che mi risparmiasse del tutto, figurati!

Né l’una né l’altra delle circostanze si è verificata, e ho dovuto quindi far fronte coraggiosamente all’evento.

Ménière, come prevenire e risolvere facilmente le CRISI

dispositivi medici per Ménière

Vuoi sapere come funziona questo piccolo Dispositivo Medico di Classe 1? Dopo esserti registrato, puoi prelevare subito gratis il
Manuale d’Uso

privacy La tua email con me è al sicuro, tengo molto alla tua privacy

OK, non voglio farla lunga e non ho nessuna intenzione di piangermi addosso, e per un raffreddore poi, siamo seri…

Tappato in casa

Il fatto è che sono tappato in casa da una oltre una settimana, e mi sembra di aver dato fondo a tutte le energie a disposizione.

Non che il tempo metereologico inviti ad andare al mare a queste latitudini da Nord-Est estremo (un fine giugno impossibile, quest’anno), però la claustrofobia può far sentire tutto il suo peso di piombo, anche quando non si sarebbe esattamente predisposti a cederle il passo, ed è esattamente il caso in questione.Acufeni ridotti

Tutto è iniziato con qualche sporadico starnuto, segno purtroppo che l’irreparabile era ormai alle porte.

Poi, hai presente quando il naso comincia a gocciolare senza tregua? Quello.

Ho fatto fuori un enorme pacco di fazzoletti in pura ovatta di cellulosa 4 veli, morbidi e resistenti (ameno così recita il claim!), ma come facevamo quando non erano ancora stati inventati?

Tutto sopportabile, ci mancherebbe, per un banale raffreddore estivo, chiaro, non è la fine del mondo.

Meno sopportabile, per un banale raffreddore estivo…

Meno sopportabile, per un banale raffreddore estivo, è stato il seguito.

Nell’ordine: abbassamento dell’udito (quel poco che è rimasto causa Ménière con aggiunta di Acufeni per non farsi mancare nulla), intontimento, stordimento, ovattamento, muscoli e ossa a pezzi.

A questi fastidi sono da aggiungere accresciuta instabilità, oltre a sfinimento per i violentissimi sobbalzi del diaframma a ogni colpo lacerante di tosse (produttiva).

In una parola, debilitazione.

E qui sorge spontanea una domanda, come si conviene nelle migliori storie.

Se cioè alcuni sintomi che farebbero pensare, per esempio, a una crisi di Ménière, siano in effetti tali; o se non si debbano piuttosto attribuire a tale succitata debilitazione.

Dove vanno a finire le certezze…

In realtà, questa è una domanda del tutto oziosa, visto che all’atto pratico poco o nulla cambia, quanto al venirne a capo.

Se non fosse che un banale raffreddore estivo può minare dalle fondamenta le “certezze” che si credevano ormai inoppugnabili. E rischiano invece di essere attaccate da un volgarissimo virus nascosto sotto le mentite spoglie di un’infreddatura.

Naturalmente ciò vale laddove uno avesse trovato il modo di far fronte in qualche modo alla patologia principale, come potrebbe essere Ménière, per restare all’esempio.

E ciò appunto perché il senso di sfinimento, l’instabilità, il venir meno dell’udito ecc. lascerebbero pensare a una recrudescenza della medesima.

Per fortuna non è così. I sintomi sono simili, è vero, ma non coincidono, manca la nausea, non c’è nistagmo, andiamo…

Però, che vuol dire? Nonostante un banale raffreddore estivo il trend positivo continua ancora.

Ma che fatica…

Acufeni Insopportabili?

Scarica adesso GRATIS l’anteprima del mio report

La tua email è al sicuro, non sarà mai ceduta a terzi per nessun motivo

Lascia un commento da Facebook

Leave A Response