Il problema è Ménière? OK, ma chi ha detto che non puoi gestirlo? Ecco come…

vertigini da Ménière
Share

Ménière ti rende la vita impossibile?
Ti toglie ogni speranza di avere
il controllo della salute?

Continua a leggere per scoprire informazioni importanti

shadow-ornament

 

Cara Amica, Caro Amico,

sono Peppino Zappulla, Autore del blog “Acufeni, che fare?”.

Da parecchio tempo soffro, oltre che di Acufeni, anche della Sindrome di Ménière, una patologia che come sai colpisce l'orecchio interno e provoca vertigini, nausea e perdita d'equilibrio.

Purtroppo, come sicuramente sai già anche tu, non esiste una cura specifica per questa patologia.

Due anni e mezzo fa ero in preda al panico e (quasi) alla disperazione. Al punto tale da avere paura a uscire di casa perché avevo il terrore di una crisi incombente, che avrebbe potuto verificarsi in qualsiasi momento.

Naturalmente avevo anche smesso di guidare la macchina per non mettere in pericolo la mia vita e quella degli altri.

Mi chiedevo come sarebbe stato non essere più in preda alle vertigini e al vomito, e senza quel senso di smarrimento e di nausea che accompagna le giornate nei periodi di crisi.

Come sarebbe stato se fossi riuscito a prevenire le crisi e a mettere da parte la paura del loro verificarsi all'improvviso?

 

Sì, ma come ottenere questo risultato?

 

Sai bene, perché anche tu li hai già provati tutti o quasi, che i farmaci sono soltanto un palliativo, perché in realtà quando arriva una crisi di vertigini e vomito siamo in balia del Ménière e non possiamo fare altro che rimanere costretti a letto, al buio, nella depressione e nello sconforto più totale.

Le cose stavano così, quando...

Quando ho scoperto un piccolo dispositivo medico pensato appositamente per prevenire e contrastare le crisi di Ménière.

Ero, com'è facile pensare, molto scettico al riguardo.

Ho subito pensato che fosse una bufala, una delle tante con cui dobbiamo fare i conti tutti i giorni.

E, vuoi sapere cosa ho fatto? Mi sono letto tutta la documentazione disponibile sul sito che lo propone, mentre continuavo a ripetermi che non poteva essere vero, altrimenti lo avrei già saputo in precedenza.

Soffro infatti di Ménière da tempo immemorabile, come ho raccontato in alcuni articoli del mio blog, e il pensiero che prima d'allora nessuno mi avesse mai parlato di questo dispositivo mi faceva male.

Ricordo che era domenica e che ne parlai subito con mia moglie, più scettica di me.

Alla fine però, sia io che lei, ci siamo fidati (in fondo avevo già speso una marea di soldi in visite mediche senza risultati), e così l'ho subito ordinato dalla Svezia la sera stessa, e il martedì successivo ce lo avevo già a casa.

Perciò, se ti parlo di questo dispositivo, diciamo così "anti-Ménière", posso farlo perché ho l'esperienza personale che mi consente di sostenere quanto sto dicendo.

shadow-ornament

Come funziona?

Il dispositivo genera impulsi di micro-pressione all'interno dell'orecchio ed è quindi in grado di far defluire il liquido in eccesso (endolinfa), responsabile delle vertigini e della perdita d'equilibrio.

L'endolinfa in eccesso infatti preme sui centri dell'equilibrio e ne provoca il malfunzionamento che sfocia nella vertigine.

 

MeniQ

Quali sono i requisiti per usarlo?

In realtà lo possono usare tutte le persone che soffrono di Ménière, perché è un dispositivo manuale (niente batterie o corrente elettrica); produce una debolissima pressione regolabile e personalizzata; non richiede particolari attenzioni, se non l'uso costante per pochi minuti al giorno (5 sono sufficienti).

E' efficace?

Lo afferma uno studio clinico pilota svolto in Svezia (Dipartimento di ricerca, sviluppo e formazione, Hospital Varberg e The Sahlgrenska Academy, Università di Göteborg).

Non ho trovato nulla di simile

In realtà esistono, per quanto mi è dato sapere, almeno due apparecchi che hanno una certa analogia con quello che uso in questo momento. 

Il primo richiede però un intervento chirurgico al timpano per l'introduzione di un tubicino trans-timpanico appunto (e naturalmente la cosa non fa per me...). Made in Switzerland.

Il secondo, Made in Germany, è molto poco pratico, e non è personalizzabile.

Per entrambi non posso esprimere giudizi perché non li ho mai usati personalmente.

Oltretutto, il primo è fuori dalla portata di un normale cittadino, ed è reperibile unicamente presso qualche struttura ospedaliera... 

Cosa dice chi sta usando il dispositivo

A parte la mia esperienza, di cui ti ho già parlato, ricevo testimonianze positive da chi sta ottenendo benefici.

Sul Gruppo Facebook dedicato (in cui ci scambiamo le esperienze, ma bisogna essere iscritti per partecipare), W.D.C. ha scritto:

“Salve. Da pochi giorni l'ho acquistato e devo dire che ha cominciato a fare effetto dopo poche applicazioni. Pensavo fosse suggestione ma quel che conta è che funzioni. Dopo le prime applicazioni a me a cominciato a dare risultati. Sono strafelice”.

E G.D. ha aggiunto:

”Questa è la quarta settimana che lo uso ho eliminato le pillole e x adesso finalmente nessuna crisi benedetto Meniq”.

Giorni fa anche Stefano mi ha scritto:

"Ciao Peppino volevo solo informarti che è passato un mese dall ultima crisi vertiginosa, sono veramente felice se solo penso che prima la frequenza era di un paio di crisi a settimana.
Sto cominciando a prendere di nuovo la mi vita in mano e fiducia in me stesso .
Tutto questo grazie a meniQ
Grazie davvero ."

Per non parlare di chi dall'estero ci fa sapere quali cambiamenti ha visto accadere nella propria vita grazie all'uso del dispositivo.

 

Dopo aver descritto la propria sofferenza, dal Canada, M.J. ci informa:

“Durante questo periodo mi sono informato molto sulla patologia attraverso la rete, e cercando ho avuto la fortuna di arrivare al sito MeniQ.net. Ho ordinato il dispositivo MeniQ e ho iniziato a usarlo, e posso dire che nel giro di un mese di utilizzo i miei attacchi di vertigini erano del tutto scomparsi. E' già trascorso un anno e mezzo e non ho più avuto un singolo attacco da allora. Sottolineo che precedentemente avevo almeno un attacco a settimana!”.

Anche G.C., dalla Svezia, esprime la propria soddisfazione:

“Ho provato di tutto, Betaserc, tubi impiantati nell'orecchio e un Meniett che avrei potuto prendere in prestito dall'ospedale per 3 mesi. Tutto senza alcun risultato.
Finalmente ho trovato il mio MeniQ. L'anno precedente ero quasi disperata per i continui attacchi di vertigini e gli acufeni che non mi lasciavano mai. Nella primavera del 2006 ho comprato il mio MeniQ e mi sono liberata semplicemente dagli attacchi di vertigine. All'inizio ho eseguito 5 trattamenti al giorno, ma adesso sono sufficienti solo tre volte al giorno. Stavo così bene che a un certo punto ho messo da parte MeniQ, e ho subito avuto un attacco di vertigini dopo solo pochi giorni.
Oggi come oggi, vertigini, acufeni e sensazione di orecchio pieno sono solo un ricordo. A volte mi sento un po' sbilanciata e l'udito non è completamente ristabilito nell'orecchio interessato. Grazie a MeniQ adesso posso vivere una vita normale. Viaggio molto e posso trascorrere il mio tempo con amici e conoscenti. In inverno trascorriamo 3 mesi all'estero durante l'inverno e al ritorno a casa stiamo meglio.”

Dello stesso parere anche la norvegese S.Ø.:

“Nella primavera del 2010 ho cercato Meniere in rete, e ho scoperto il trattamento con MeniQ. E' stato meraviglioso leggere. Forse era qualcosa che poteva essermi d'aiuto. Ho scritto a MeniQ e ho ottenuto una risposta subito. Adesso ho il mio MeniQ e oggi non potrei più vivere senza. Infine, una cosa che mi aiuta molto: apprezzo il follow-up e la guida che mi è stata fornita fin dal primo giorno da parte dell'azienda. Ora uso MeniQ 4-6 volte al giorno. La prima cosa che faccio al mattino prima di scendere dal letto è utilizzare MeniQ, ed è questa l'ultima cosa prima di addormentarmi. Non vado mai da nessuna parte senza il mio MeniQ, il mio caro amico. Se mi sento male, ricorro subito in fase acuta al MeniQ e mi aiuta. È incredibile.”

shadow-ornament

Infine le Domande e i dubbi più ricorrenti

Da una parte adesso sai che questo dispositivo può trasformare in maniera significativa la tua vita; dall'altra, hai sicuramente dubbi e perplessità sul da farsi.

Ti invito quindi a dare un'occhiata alle “Domande Frequenti” (le cosiddette FAQ), quelle che giustamente ognuno si pone prima di fare una scelta, specialmente nel campo della salute.

 

Per chi è previsto il dispositivo?
E' destinato ai pazienti con malattia di Ménière.

E' approvato dalle autorità mediche?
Sì, viene utilizzato nell'ambito dell'assistenza sanitaria per il trattamento di Ménière. E' un dispositivo medico registrato in Classe 1 (in Svezia).

Ho bisogno di un tubo di ventilazione (TMD) nell'orecchio?
Normalmente non è necessario un tubo TMD (timpanostomia). Questo perché dispone di un IPC (Controllo personalizzabile della pressione) che consente di regolare la forza degli impulsi di pressione nel modo che più si addice alla singola persona.

Ho già un tubo di ventilazione nel mio orecchio. Devo rimuoverlo?
No, non è necessario.

Devo sospendere i farmaci prescritti dal mio medico?
Quando si inizia il trattamento con il generatore d'impulsi di micro-pressione, non c'è bisogno di modificare o interrompere altri farmaci o trattamenti.

E' coperto da garanzia?
Sì, 25 anni di garanzia coprono il dispositivo per l'uso secondo le istruzioni. Sono escluse dalla garanzia le guarnizioni e il tubo flessibile per le orecchie, che sono pezzi soggetti ad usura.

E' difficile usare il dispositivo?
E' molto facile da usare. Insieme all'apparecchio viene spedito anche un piccolo manuale d'istruzioni (in italiano), facile da comprendere. Il trattamento richiede solo pochi minuti.

Dove posso trovare nuovi pezzi di ricambio?
Auricolari nuovi e pezzi di ricambio possono essere ordinati direttamente all'azienda che produce il dispositivo.

Quale pressione viene applicata al mio orecchio attraverso il dispositivo?
La pressione massima è più o meno la stessa cui si sottopone l'orecchio a 25 centimetri sotto il livello dell'acqua. Dispone comunque di una valvola di sicurezza integrata.

Per quanto tempo devo continuare il trattamento?
Il liquido endolinfatico si riproduce in continuazione. Ne consegue che il trattamento deve continuare nel tempo, in funzione preventiva, giorno dopo giorno.

Ho bisogno di consultare un medico per iniziare il trattamento di Ménière con questo dispositivo?
No. È possibile iniziare il trattamento non appena si riceve al proprio domicilio.

Il dispositivo è brevettato?
Sì. Per proteggere il dispositivo e per evitare falsificazioni, MeniQ è protetto da un brevetto a livello mondiale.

 

Se vuoi, puoi ordinare il dispositivo direttamente dal sito del produttore (pagina in italiano), pagando con Carta di credito o Paypal, oppure con bonifico bancario

 


Dubbi, problemi, posso aiutarti?

Scrivimi all'indirizzo: redazione@acufenichefare.it

Lascia un commento da Facebook

Leave A Response