Acufeni, cosa fare, realisticamente per non soccombere

Acufeni, cosa fare
Share

Acufeni, cosa fare, realisticamente

Più di 50 milioni di persone sono afflitte dall’acufene e circa il 20 per cento di queste ne sono gravemente colpite.

L’acufene è un suono che si avverte senza che ci sia una stimolazione esterna. Può essere alto o basso, può suonare come un ronzio, un clic, un fischio, un cinguettio o un ruggito. Il suono può andare e venire, e a volte la gente dice che l’intensità del proprio acufene cambia. L’acufene è un sintomo, non una malattia e non è una minaccia per la salute.

Nella maggior parte dei casi l’acufene può essere udito solo dalla persona che lo sperimenta. Questo è chiamato acufene soggettivo. La causa dell’acufene soggettivo è generalmente sconosciuta; tuttavia, più del 90% delle persone con acufene soggettivo ha una perdita uditiva. A volte l’acufene [https://goo.gl/GgGtGK] può essere sentito da uno specialista che utilizza uno stetoscopio. Questo tipo di acufene è chiamato acufene oggettivo e non è molto comune.

Acufene obiettivo

L’acufene obiettivo è spesso ritmico e può essere sincrono con il polso o la respirazione. Può essere causato dal flusso di sangue attraverso i vasi sanguigni nell’area circostante l’orecchio. L’acufene obiettivo può anche essere associato a contrazioni muscolari anomale dei muscoli dell’orecchio medio o palatale. Può essere avvertito come una serie intermittente di click nitidi e regolari, o con mioclono palatale, come un suono abbastanza regolare e continuo.

Acufene soggettivo

L’acufene soggettivo è il tipo più comune. Di solito, una volta che questo tipo di acufene è iniziato, diminuisce o sparisce totalmente nel tempo. Persiste solo nel 25 per cento dei casi. I traumi all’udito possono causare perdita permanente dell’udito [https://goo.gl/83fNht] e acufene, che inizia immediatamente dopo l’episodio di esposizione al rumore. Altre cause documentate dell’acufene sono: disturbi cardiovascolari, disturbi metabolici (anemia, malattie tiroidee o diabete), disturbi neurologici, traumi cranici, farmaci [https://goo.gl/9qySSa], disturbi dentali, stress/depressione e detriti sul timpano.

Acufene che cambia ritmo

Questo tipo di acufene può verificarsi quando si muove la bocca o si stringono i denti e può essere il risultato di una tensione nel muscolo sternocleidomastoideo. Risponde bene alla terapia craniosacrale. In primo luogo, escludere la disfunzione [https://goo.gl/z7Lf86] temporale dell’articolazione mandibolare (ATM). Inoltre, chiedere al dentista di controllare la presenza di un ascesso dentale o di un dente del giudizio compromesso.

Gestione dell’acufene

La gestione dell’acufene è tanto varia quante sono le cause. Si noti che questo paragrafo non è dedicato alla cura dell’acufene, ma piuttosto alla sua gestione. Le persone con acufene dovrebbero evitare rumori forti senza protezione dell’udito. Evitare la caffeina, il fumo, l’assunzione di aspirina e farmaci che causano l’acufene. I trattamenti possono includere la gestione dello stress, biofeedback, farmaci, stimolazione elettrica, chirurgia, apparecchi acustici [https://goo.gl/y5Xcf6] o sistemi per mascherare l’acufene. Si può usare un ventilatore o un altro generatore di rumore in camera da letto quando si dorme per mascherare l’acufene. Si consiglia di provare a dormire tenendo la testa in posizione elevata con uno o due cuscini per aiutare in caso di congestione. Controllate tutti i farmaci e gli integratori che assumete per vedere se l’acufene può essere un loro effetto collaterale. Un sito web per la verifica è drugs.com.

Stress e acufeni

Stress e acufeni [https://goo.gl/yKRkp8] sembrano andare di pari passo. Lo stress può causare acufene e l’acufene può causare stress. Se si verifica un aumento a breve termine dello stress [https://goo.gl/4AG8aV] nella vostra vita, e avete notato che è comparso l’acufene, di solito questo diminuisce quando lo stress diminuisce. Se hai l’acufene che va e viene e non ti dà alcun dolore, allora potresti essere d’accordo con le idee di gestione elencate in precedenza. Un altro scenario è l’acufene fluttuante, che potrebbe farti impazzire! Come affronti qualcosa da cui non riesci a scappare, non importa quanto duramente ci provi?

Cosa fare?

Sappi che non sei solo nella tua sofferenza. Escludere una qualsiasi delle cause elencate in precedenza in questo articolo. Prendi un appuntamento con un audiologo [https://goo.gl/H7UBvW] per avere una valutazione dell’udito e discutere dell’acufene. Rivolgersi al proprio medico per escludere qualsiasi causa medica dell’acufene. Prendi appunti prima dell’appuntamento per descrivere il suono che senti, quante volte lo senti e cosa rende il suono migliore o peggiore. Prendi nota dei tuoi alimenti e vedi se c’è una relazione tra l’aumento dell’acufene e quello che hai mangiato il giorno prima. Ci sono numerosi siti web che offrono supporto alle persone con acufeni. Fai attenzione prima di acquistare prodotti da banco o su internet che affermano di curare l’acufene. Il tuo medico o l’audioprotesista [https://goo.gl/n2Xp9e] può aiutarti a trovare le migliori opzioni di gestione per la tua situazione particolare.

Da Karon Lynn, Au.D.

Link all’originale: https://goo.gl/9SsZsV

Lascia un commento da Facebook

Leave A Response