Sale e zucchero, una semplice soluzione ci salverà dalla perdita d’udito?

sale e zucchero

Un nuovo trattamento per la perdita dell’udito, con l’impiego di sale e zucchero

Chissà quante volte vi sarete sentiti ripetere che l’uso di sale e zucchero è quanto mai deprecabile per la salute.

Tanto più se si soffre di patologie come Ménière, con riferimento al sale, o Diabete, con ovvio riferimento allo zucchero.

Per questo motivo sembra quantomeno paradossale che ricercatori americani propongano proprio una soluzione di sale e zucchero per risolvere il problema della perdita d’udito.

In quali casi?

E’ stato preso in esame un caso limite (almeno per chi odia la guerra o l’uso della armi tout court), cioè la perdita d’udito dovuta all’esplosione di una bomba sul ciglio di una strada (roba seria, insomma…).

Ebbene, secondo quanto riferisce The Hearing Journal  «Una semplice iniezione di una soluzione a base di sale o zucchero iniettata nell’orecchio medio può aiutare a preservare l’udito dopo l’esposizione al rumore.»

Vediamo di chiarire meglio.

I ricercatori della Keck School of Medicine della University of Southern California (USC) – così riferisce The Hearing Journal – hanno esposto topi a un forte rumore simile a quello prodotto dallo scoppio di una bomba.

Ménière, come prevenire e risolvere facilmente le CRISI

dispositivi medici per Ménière

Vuoi sapere come funziona questo piccolo Dispositivo Medico di Classe 1? Dopo esserti registrato, puoi prelevare subito gratis il
Manuale d’Uso

privacy La tua email con me è al sicuro, tengo molto alla tua privacy

Hanno così scoperto che dopo l’esposizione al forte rumore, si è verificata immediatamente la morte irreversibile delle cellule ciliate, e l’orecchio interno si è riempito di liquido in eccesso, che ha portato a sua volta alla morte dei neuroni, ma con un certo ritardo.

I ricercatori hanno allora interpretato questa circostanza (la morte ritardata dei neuroni) come un’opportunità per un eventuale trattamento anti-sordità, e hanno escogitato una soluzione a base di sale e zucchero da iniettare nell’orecchio per invertire gli effetti del potassio nel fluido in eccesso e ridurre così l’accumulo di liquidi.

(Proc Natl Acad Sci US A. 2018 maggio 7. pii: 201720121. doi: 10.1073 / pnas.1720121115).

Ipotesi di lavoro per la Sindrome di Ménière

John Oghalai, MD, uno degli autori dello studio, presidente e professore della USC Tina e Rick Caruso (Dipartimento di Otorinolaringoiatria – Head and Neck Surgery), ha detto che il trattamento potrebbe avere diverse potenziali applicazioni.

«Posso immaginare che i soldati [a proposito di bombe, ndr] portino con sé una piccola bottiglia di questa soluzione e la utilizzino per prevenire danni all’udito dopo l’esposizione alla pressione esplosiva di una bomba sul bordo della strada. Potrebbe anche avere un potenziale come trattamento per altre malattie dell’orecchio interno che sono associate ad accumulo di liquidi, come la malattia di Ménière.»

Oghalai e il suo team hanno in programma ulteriori ricerche per scoprire l’esatta sequenza dei passaggi che si verificano tra l’accumulo di liquidi nell’orecchio interno e la morte dei neuroni.

Sarà poi la volta di studi clinici sul potenziale trattamento per l’ipoacusia indotta dal rumore.

Intervistato da The Hearing Journal, il ricercatore ha affermato: «Sono entusiasta di lavorare in collaborazione con l’USC in ambito accademico per promuovere ricerche multidisciplinari come questa. C’è voluto un grande team di fisiologi, anatomisti e bioingegneri, che hanno lavorato di concerto per eseguire questi studi, e speriamo tutti che questo lavoro porti a nuovi trattamenti per la perdita dell’udito

Senza però dimenticare che per il Ménière, mentre la ricerca scientifica giustamente mette in atto le sue contorte elucubrazioni (campa cavallo!), esiste una soluzione molto più semplice, e già ampiamente sperimentata con successo dal sottoscritto, come ho avuto modo di spiegare e raccontare nel mio articolo “MeniQ, una pratica semplice ed efficace per prevenire e gestire le crisi di Ménière“.

Acufeni Insopportabili?

Scarica adesso GRATIS l’anteprima del mio report

La tua email è al sicuro, non sarà mai ceduta a terzi per nessun motivo

Share

Lascia un commento da Facebook

Leave A Response